Giornata mondiale dell’alimentazione

ottobre 16th, 2013 | Posted by Editore in Giornate mondiali / internazionali | News

Guatemala: il dramma della denutrizione infantile

BimbaFra tutti i paesi dell’America Latina il Guatemala si colloca al primo posto per numero di bambini sotto i 5 anni che soffrono di denutrizione. In uno dei quartieri più poveri della capitale, Città del Guatemala, la Fondazione Fratelli Dimenticati ha avviato un programma nutrizionale per poter offrire ai bambini pasti completi e nutrienti che consentano loro una crescita sana.
Secondo gli ultimi dati divulgati dalla FAO, si stima che nel mondo più di un miliardo di persone soffra di denutrizione. La fame miete ogni anno milioni di vittime, di cui 3,1 milione sono bambini.
Se così tante persone soffrono di carenza di cibo, ce ne sono invece altrettante in condizione di sovrappeso o obesità, con tutti i disturbi alla salute che ne derivano. È il cosiddetto “paradosso alimentare”: nel nostro pianeta, per ogni persona malnutrita ce n’è una in sovrappeso.
Queste differenze si fanno particolarmente evidenti in quei paesi in cui le disuguaglianze sociali sono maggiormente accentuate. Capita pertanto che, anche all’interno dello stesso stato, le fasce più povere della popolazione hanno una scarso accesso alle risorse alimentari, che risultano insufficienti a garantire loro una corretta nutrizione, mentre i più ricchi hanno a disposizione una quantità di cibo di gran lunga superiore a quelle che sono le loro necessità. A causa di questo fenomeno, ogni anno vengono sprecate tonnellate di cibo che sarebbero di gran lunga sufficienti a nutrire adeguatamente la parte “affamata” della popolazione..
Il Guatemala è uno dei paesi dell’America Latina in cui la disparità nell’accesso alle risorse alimentari ha le conseguenze più gravi. Dall’inizio del 2013 nel paese si contano più di 60 bambini morti per fame, mentre oltre 9.700 si trovano in condizione di grave denutrizione. La denutrizione infantile in Guatemala è una vera e propria piaga, che colpisce il 48% dei bambini sotto i 5 anni…in pratica, quasi un bambino su due soffre la fame!
Nonostante gli sforzi del governo per cercare di ridurre questa drammatica percentuale, la situazione continua a rimanere problematica, e l’incolmabile divario tra i ricchi e i poveri sembra impedire qualsiasi cambiamento in positivo.
BambiniA città del Guatemala, nella Zona 18, un quartiere particolarmente degradato, sorge la Guardería Nazaret, un centro educativo sostenuto da Fratelli Dimenticati che fornisce educazione pre-scolare ai bambini fino ai 5 anni di età.
Nel quartiere le azioni criminali sono all’ordine del giorno: violenze, traffico di stupefacenti, estorsioni, rendono l’area una delle “zone calde” della città. La maggior parte degli abitanti vive nella povertà. Ci sono molte madri abbandonate, costrette a crescere da sole i propri figli. Queste donne spesso hanno lavori precari, che non consentono loro di guadagnare a sufficienza per nutrire in maniera adeguata i loro bambini.
Grazie al Programma Nutrizionale attivato dalla Fondazione Fratelli Dimenticati, i bambini della Guardería Nazaret possono ricevere ogni giorno colazione e pranzo, mangiando alimenti completi e nutrienti. È stata appositamente studiata per loro una dieta bilanciata e completa, che consenta di sopperire ad eventuali carenze nutrizionali, prevenendo l’insorgere di disturbi della crescita. Un bambino ben nutrito è un bambino che cresce sano, e un bambino in salute sarà maggiormente in grado di impegnarsi negli studi, proseguire il suo percorso di istruzione e trovare un lavoro che gli consenta di uscire dalla povertà. Solo in questo modo, partendo dal basso e consentendo ai bambini di crescere sani e di istruirsi, sarà possibile eliminare le disuguaglianze sociali e, di conseguenza, anche le disuguaglianze nell’accesso alle risorse alimentari.

 Con soli 10,00 euro potrai garantire un pasto per 30 giorni
ad un bambino della Guardería Nazaret.

Dona ora!

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.