Giornata mondiale per la lotta alla povertà

ottobre 17th, 2013 | Posted by Editore in Giornate mondiali / internazionali | News

Il microcredito in Nepal

Progetto_MicrocreditoNegli ultimi decenni il microcredito si è rivelato un ottimo strumento per la lotta alla povertà, in grado di fornire alle persone più povere i mezzi per risollevarsi con le proprie forze dalla loro condizione. La Fondazione Fratelli Dimenticati ha attivato un progetto di microcredito a Bharawal, un piccolo villaggio del Nepal, dando ad un gruppo di donne la possibilità di cambiare la propria vita e quella dell’intera comunità.
Le prime visite in Nepal di Padre Antonio Alessi, il fondatore di Fratelli Dimenticati, risalgono al 1997, anno in cui il paese si trovava in piena guerra civile e in situazione di estrema instabilità politica. Nonostante le restrizioni imposte dal governo nepalese agli aiuti internazionali, Fratelli Dimenticati riuscì comunque ad arrivare nelle regioni più povere del paese e ad attivare il Sostegno a Distanza. Col passare degli anni, l’impegno della fondazione in Nepal è rimasto costante, e sono stati attivati diversi progetti per favorire lo sviluppo delle popolazioni locali.
Nei piccoli villaggi come Bharawal, nel Nepal orientale, molte persone vivono in condizioni di grande povertà. La situazione della donna è particolarmente critica: in Nepal, infatti, le donne vengono il più delle volte considerate inferiori rispetto all’uomo, soprattutto nelle zone rurali. Spesso vengono date in spose contro la loro volontà e sono costrette a sottomettersi completamente al volere del marito. Oltre alle difficoltà dovute alla mancanza di risorse economiche e dei servizi di base, le donne devono affrontare quindi l’ulteriore umiliazione del non avere alcun vero potere decisionale sulla propria vita.
Fratelli Dimenticati ha deciso di aiutare proprio questa categoria discriminata, coinvolgendo un gruppo di 30 donne in un programma di microcredito. La volontà è quella di incoraggiare piccole iniziative lavorative partendo dalle capacità che queste donne possiedono e aiutandole a potenziarle, facendo emergere quei talenti individuali che troppo spesso sono costrette a soffocare. L’attivazione del progetto è stata resa possibile grazie all’impegno delle Piccole Apostole di Gesù, le suore che da anni dedicano la loro vita ad aiutare il popolo nepalese.
Progetto_Microcredito_1Il microcredito è uno strumento che consente di aver accesso a prestiti di denaro e servizi finanziari anche a chi è tradizionalmente escluso da questo sistema, ovvero le persone più povere, non in grado di offrire ad una banca solide garanzie di restituzione del prestito. Con il microcredito questa assicurazione viene fornita dalla solida rete di relazioni sociali di cui fanno parte i beneficiari del programma e dal rapporto di fiducia che si crea fra chi eroga il prestito e chi lo riceve.
Grazie alle offerte dei benefattori, Fratelli Dimenticati ha potuto offrire alle donne di Bharawal un’istruzione di base (la maggior parte delle donne è analfabeta) e avviare dei corsi di taglio e cucito, di intaglio e di fabbricazione di incenso. In questo modo esse potranno sviluppare le capacità professionali che consentiranno loro di avviare un’attività in maniera indipendente o sotto forma di cooperativa. Grazie alla collaborazione con Caritas Nepal, sono stati organizzati anche corsi di agricoltura e allevamento, formando gruppi di lavoro che, dopo il primo sostegno economico, ora stanno continuando la loro attività gestendo autonomamente il programma di microcredito. Queste famiglie ora possono far studiare i figli in scuole di qualità, migliorare le loro abitazioni e sviluppare ulteriormente le loro attività lavorative.
La Fondazione sta portando avanti la raccolta fondi per poter partire al più presto con altri gruppi di microrisparmio. Grazie al microcredito tante donne avranno finalmente la possibilità di acquisire un’indipendenza economica, che migliorerà le loro condizioni di vita e porterà sviluppo alle loro famiglie e all’intera comunità.

Aiutale anche tu!

Dona ora!

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.