Progetto Nepal

SOSTIENI IL PROGETTO

Bimbo nepalese

Educazione formale

Contesto e analisi delle necessità
L’idea di Educazione Formale e Non-formale promossa da Fondazione Fratelli Dimenticati mira a fornire istruzione di qualità ai bambini più poveri e socialmente svantaggiati che vivono nel Nepal Orientale.
Il progetto coinvolge due poli: la Don Bosco School a Biratnagar e la Morning Star School nelle due sedi di Bharawal e Chakarghati.
Entrambe le strutture si pongono l’obiettivo di garantire istruzione di qualità a rette agevolate con lo scopo di abbattere l’abbandono degli studi da parte degli studenti più poveri che non si possono permettere il lusso di frequentare le scuole private della zona a causa dei costi troppo elevati.
La loro esclusione dagli studi comporta un’inevitabile inasprimento delle già esistenti disuguaglianze sociali a scapito di quel 40% della popolazione che si colloca al di sotto della soglia di povertà.

Strategia/proposta del progetto
Il progetto offre istruzione di qualità ai bambini poveri fornendo loro: sostegno economico (rette scolastiche agevolate), mensa scolastica, e possibilità di alloggio in case famiglia.

Finalità del progetto
· Fornire istruzione di qualità ai bambini poveri e meno privilegiati in età scolare provenienti dalle aree di competenza e motivarli a integrare la loro cultura tradizionale con le moderne tecniche di coltivazione.
· Fornire un’educazione globale che miri a far diventare gli studenti cittadini accademicamente preparati, moralmente retti e integri, capaci di produrre una differenza positiva nelle loro vite e nel loro mondo, così da contribuire ad una migliore società globale.
· Educare i bambini ai valori della giustizia sociale e trasmettere alle loro famiglie l’importanza del diritto all’educazione

Obiettivi del progetto
L’obiettivo generale di questo progetto è quello di aumentare il livello di istruzione/educazione dei bambini che vivono nell’area coinvolta, fornendo educazione di qualità a circa 2000 bambini.
Gli obiettivi specifici di questo progetto sono i seguenti:
· Facilitare l’accesso all’educazione di qualità
· Aumentare il tasso di iscrizione a scuola dei bambini provenienti da un contesto economicamente svantaggiato.
· Garantire la continuità dell’educazione mirando ad azzerare l’abbandono degli studi.
· Facilitare lo sviluppo educativo dei bambini provenienti da famiglie povere tramite i programmi di mensa scolastica e case famiglia.
· Fornire l’accesso alla sanità di base e all’istruzione scolastica.

Attività del progetto
Educazione formale
L’educazione formale che viene impartita in lingua inglese è offerta in tre strutture:
Don Bosco School, a Biratnagar.
Morning Star School nelle due sedi di Bharawal e Chakarghati

bimbi in mensa

Programma mensa scolastica
L’obiettivo del programma di mensa scolastica è di fornire un pasto nutriente al giorno ai bambini bisognosi che frequentano la scuola e che vivono, con la propria famiglia, nei villaggi limitrofi con le loro famiglie. Questa soluzione si è rivelata necessaria in seguito all’affiorare del problema della malnutrizione: sempre più spesso si notava che i bambini si ammalavano o risultavano poco attenti alle lezioni; approfondendo le cause di queste dinamiche si è arrivati a collegarle alla povertà delle famiglie di origine che non riuscivano a garantire al bambino una nutrizione adeguata.
Il programma è gestito internamente nelle scuole di Bharawal e Chakarghati.

Programma igienico-sanitario
Nella scuola di Bharawal è stato adibito un locale ad uso infermeria in modo che gli studenti possano ricevere cure mediche in caso di patologie non gravi e un primo soccorso qualora necessitassero di medicazioni.


Case famiglia

Case_famiglia_5

Viste le notevoli distanze che spesso separano i villaggi dalle strutture scolastiche è palese la necessità di offrire accoglienza ai bambini che arrivano da lontano e che vivono il lungo viaggio come un deterrente all’istruzione.

Grazie all’aiuto della popolazione locale che si è resa disponibile a ospitare presso le proprie case i bambini più bisognosi è stata creata una rete di Case Famiglia che offre agli studenti della Morning Star la possibilità di vivere in un ambiente sereno e amorevole.
In ogni Casa Famiglia vivono un massimo di 8 bambini e la gestione amministrativa è affidata ad alcuni esponenti del Comitato che hanno il compito di controllare che tutto proceda secondo le regole.

I responsabili di Fratelli Dimenticati si sono recati più volte in loco, per visite di controllo senza preavviso, e hanno sempre trovato i bambini ben puliti e ordinati (alcuni dediti allo studio ed altri al gioco), cibo abbondante e “genitori affidatari” molto premurosi e attenti ai bisogni dei bambini ospitati che ricambiano con gratitudine e affetto.

Attualmente i bambini ospitati nelle Case Famiglia sono circa 50, tra questi, i bambini orfani, semi orfani o in stato di abbandono sono più di 20.


Asili

In Nepal ci sono 3 asili: Pinky’s Garden, Asha Garden e Ujalo.
Il Pinky’s Garden di Bharawal accoglie bambini mushar dai 2 ai 5 anni, è gestito dalle Sorelle Piccole Apostole di Gesù ed è nato nel 2007.
I bambini che frequentano l’asilo, otre ad essere seguiti da insegnanti molto preparati, ricevono una uniforme e testi scolastici e, soprattutto, hanno un posto assicurato alla Mornig Star School.
All’asilo ricevono anche il pranzo che viene cucinato dalle loro madri in cambio di assistenza medica per i figli.
Asha Garden si trova a Bangé e i bambini che ospita sono accuditi da alcune donne volenterose e dalle Sorelle Piccole Apostole di Gesù. Questo asilo è indispensabili per le madri che lavorano fuori dal villaggio.


Progetto agricolo (in collaborazione con Caritas Nepal)P1000691

Contesto
La località si trova nelle pianure meridionali del Distretto di Sunsari, nel Nepal Orientale.

Agricoltura e allevamento sono le principali attività economiche di cui vivono le persone del luogo ma i piccoli agricoltori risultano molto svantaggiati avendo una ridotta quantità di terra (meno di 0,5 ettari). Altri, invece, vivono situazioni precarie come l’abusività e, in gran parte, lavorano come braccianti agricoli. Altri ancora, invece, lavorano saltuariamente, in base alla stagionalità delle attività agricole e il resto del tempo si barcamenano come possono, cercando impiego altrove. La disoccupazione femminile è altissima e i giovani spesso scelgono di emigrare per cercare lavoro.
Fondazione Fratelli Dimenticati ha acquistato circa 11 ettari di terreno destinandolo ad uso agricolo. Le produzioni principali sono: riso e frumento, granoturco, verdure e cibo per animali.

Dal momento che il terreno di proprietà è limitato, a meno che gli agricoltori siano in grado di avere accesso ad altra terra in forma di mezzadria o come braccianti agricoli, c’è un’insicurezza alimentare significativa in queste famiglie. La produzione degli agricoltori che hanno terreni è comunque bassa sia a causa della mancanza di accesso ad irrigazione, sia a causa della mancanza di abilità e capacità di intensificare l’agricoltura.

Obiettivi
1. Intraprendere formazione e divulgazione nel settore agricolo per garantire la sussistenza alimentare e alzare il reddito delle famiglie rurali attraverso la vendita del surplus.
2. Migliorare la gestione aziendale e avviare azioni pilota per raggiungere la completa sostenibilità della fattoria (migliorare la produzione agricola e il reddito) nel lungo periodo.