Centro Chingmeirong

Il progetto di alfabetizzazione di Chingmeirong nasce ad Imphal, capitale del Manipur – India Nord-Orientale dalla necessità e dal desiderio di fornire istruzione scolastica a migliaia di bambini che vivono in condizioni precarie e per i quali le famiglie non possono pensare di usare neppure una minima parte di quanto guadagnato per l’istruzione dei figli.

Il progetto si svolge in due fasi. La prima è portare la scuola ai bambini attraverso:
1) Individuazione dell’area d’intervento, cioè del quartiere dove si riscontra un elevato numero di bimbi che non hanno mai avuto accesso alla scuola;
2) individuazione di un insegnante che impartirà le lezioni a questi bimbi in casa propria;
3) formazione dell’insegnante con un primo corso e con mensili incontri di aggiornamento.

Lo scopo della prima fase è quella di formare i bambini sufficientemente perché possano essere poi iscritti in una scuola e possano frequentare regolarmente.
In questa prima fase l’istruzione è completamente gratuita e l’unica cosa che viene chiesta alle famiglie e di dotare il bambino di carta e penna. I testi utilizzati provengono da una libreria mobile. Ogni insegnante infatti durante gli incontri mensili di aggiornamento riceve un set di libri da utilizzare, set che restituisce all’appuntamento successivo.
I libri vengono letti e fatti leggere ai bambini durante la lezione e possono essere portati a casa perché leggano da soli.

La seconda fase è il sostegno economico alle famiglie per la frequentazione scolastica dei bambini. Durante la prima fase vengono tenuti regolari e frequenti incontri con i genitori, durante i quali viene promossa l’istruzione scolastica, l’educazione sanitaria, il microcredito. I genitori arrivano quindi a comprendere la grande importanza della scolarizzazione e il ruolo chiave che questa ha per il futuro dei figli. S’impegnano quindi a pagare un terzo delle rette scolastiche dei figli. Un terzo delle rette scolastiche viene chiesto come contributo alla scuola dove sarà iscritto il bambino e l’ultimo terzo viene coperto dalla comunità attraverso il sostegno a distanza.

La Fondazione ha iniziato il suo appoggio a questo centro nel luglio 2007, data alla quale la comunità di Chingmeirong si occupa di 1561 bambini tra studenti già scritti a scuola e bimbi che frequentano le 51 “scuole di quartiere”.

La comunità inoltre propone corsi di formazione professionale a coloro che sono troppo grandi per iscriversi a scuola e ha iniziato dei corsi intensivi per gli studenti che desiderano recuperare gli anni di studio persi. I corsi sono residenziali, ossia i ragazzi risiedono al centro principale per l’intero anno di studio cosicché sia garantito lo studio e il loro buon sviluppo.