Centro Don Bosco Borduria

La comunità salesiana si trova in Arunachal Pradesh – India Nord-Orientale ed è stata la prima parrocchia di questo stato, nel quale vige ufficialmente ancor oggi un emendamento la conversione al cristianesimo un reato perseguibile penalmente. Abitata principalmente dagli indigeni della tribù Noctes, la zona è estremamente povera e la gente vive in condizioni miserevoli.

La difficile raggiungibilità dei villaggi dovuta alle impervie condizioni del terreno e alla mancanza di significative vie di comunicazione, la quasi totale assenza di mezzi servizi, non permettono alla popolazione locale lo sviluppo economico.

Anche la situazione dell’istruzione scolastica è fortemente compromessa dalle avverse condizioni ambientali. Nonostante la presenza di scuole pubbliche statali gli insegnanti disertano il loro ruolo, si presentano solo per ritirare lo stipendio, in caso di elezioni o vaccinazioni, per il resto preferiscono non restare in un luogo così isolato dal resto del mondo civile. Per cui lo sviluppo e la crescita della popolazione è ulteriormente ostacolata.

Prevalentemente impiegati nell’agricoltura gli indigeni utilizzano il metodo della Jhum cultivation, ossia il disboscamento e l’incendio di una parte di foresta che viene così liberata e coltivata per alcuni anni. La resa del terreno è molto bassa e spesso le famiglie non riescono ad avere un raccolto sufficiente a sostenerle per tutti i mesi dell’anno.

Nel paese di Borduria la comunità gestisce una scuola con convitto. Per sopperire alle carenze delle scuole pubbliche gestisce inoltre 5 scuole primarie in vari villaggi, alcuni dei quali a 1 quasi giorno di distanza essendo raggiungibili solo a piedi, e altri due ostelli per un totale di 200 ospiti residenti.
Questo garantisce istruzione di base e permette a chi lo desidera di accedere alle classi successive a Borduria o nelle scuole delle cittadine confinanti.

Il nostro impegno a sostegno dell’istruzione scolastica nella comunità di Borduria è concreto già dal 2000. Questo ha dato la possibilità di far fronte alle necessità economiche di mantenimento e gestione delle scuole e dei convitti a beneficio di centinaia di bambini che vivono in queste foreste e che oggi hanno la possibilità di studiare. Non solo, l’impegno acquista ancor più importanza perché il sostegno permette a Borduria di far proseguire gli studi a tutti quei ragazzi che, terminate le scuole primarie nei vari villaggi, desiderano continuare la loro carriera scolastica in altre scuole.